Il nostro sito web fa uso di cookies propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, tu acconsenti all’utilizzo dei cookies. Se vuoi saperne di più sui cookie che potrebbero essere installati o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie, leggi la nostra 

La Master class è divisa in due lezioni di 3 ore ciascuna con lo scopo di dimostrare attivamente il metodo di creazione teatrale e arte attoriale partendo dalle condizioni tecniche che caratterizzarono l’inizio del professionismo. La scuola d’attore si basa sullo sviluppo della presenza scenica nella costruzione di un nuovo corpo in base a posture e gestualità, e l’applicazione di un nuovo viso, indossando la maschera. L’intento è quello individuare eventuali “tic teatrali” nei partecipanti, isolarli, riconoscerli e quindi gestirli o eliminarli. Lo strumento maschera serve come pretesto per il rercupero del corpo come principale portavoce dell’evento scenico. Ciò che differenzia il metodo di Paladin rispetto ad altri è che la Commedia dell’Arte, o per essere storicamente corretti, l’Improvvisa o Mercenaria, non viene intesa come “genere teatrale” ma come “metodo di creazione scenica” e palestra per attori. Il genere chiude e cristallizza, il metodo è in continua evoluzione. I partecipanti, che dovranno presentarsi in tuta e scarpe da ginnastica, avranno modo di conoscere e sperimentare i principi basilari del metodo, mettersi alla prova nella totale spersonalizzazione di se stessi e nuova, temporanea individuazione in un altro corpo.

MASTERCLASS di Commedia dellʼArte 
Ideato e condotto da Fabrizio Paladin

Rivolto ad attori professionisti ed apprendisti.
Durata: 2 giorni per 6 ore complessive. 

12-13 Novembre 2016

STAGE COMMEDIA DELL'ARTE BRINDISI

 

Il fenomeno dell’Improvvisa, o Commedia zannesca, o Italiana, nasce durante la prima metà del 1500 in Italia ed inaugura così il teatro dei professionisti. Gli spettacoli seguono dei canovacci (concatenazione di azioni sceniche, ossatura base delle scene: argomento, entrate e uscite…) e i comici, in base alle caratteristiche fisse del loro personaggio e alla struttura del canovaccio, appunto, improvvisano lo spettacolo. La tecnica dell’improvvisazione, com’è noto, non si fonda sull’esprimere quidquid in buccam venit, bensì nello scegliere e ricomporre attraverso un montaggio quasi estemporaneo una pluralità di elementi che sono il repertorio tecnico dell’attore: la parte, il personaggio, il repertorio gestuale, i monologhi, i lazzi… si tratta quindi di una “tecnica di montaggio immediata” in base al contesto e alle regole fisse del personaggio.

E’ evidente che un tipo di teatro che non usa il Testo Letterario come fulcro della sua struttura, debba avvalersi della competenza, abilità e professionalità degli attori. Per l’improvvisazione su un tema dato l’attore, come un musicista jazz, deve possedere perfettamente il suo strumento ( che in questo caso è il corpo e la maschera), conoscere e rispettare e mettere in pratica le regole del gioco al quale partecipa. Si sviluppa così una “recitazione strategica”, rigorosa nelle forme ma pronta a dare il personale colore d’ogni artista alla tela appena abbozzata offerta dal canovaccio. Il linguaggio della Commedia dell’Arte è fisico, corporale, non letterario. Il viso dell’attore è celato e non può più servire per definire i vari stati d’animo del personaggio. Risulta chiaro a questo punto, vista l’impossibilità di affidare un ruolo fondante all’espressività del volto e alla parola nel trasferimento dell’informazione drammatica, che sarà il corpo, nella sua interezza, a farsi il principale portavoce dell’”evento scenico”.

MATERIE DEL CORSO

LA COSCIENZA DEL MOVIMENTO

PROPEDEUTICA ALLA RECITAZIONE IN MASCHERA

I PERSONAGGI DELLA COMMEDIA DELL’ARTE

TECNICHE TEATRALI E ATTRAZIONI

SISTEMA CANOVACCIO E MONTAGGIO DELLE SCENE

 

 

Il recupero del corpo espressivo come unico e fondamentale strumento scenico, l’importanza dell’arte dell’attore nella creazione artistica, il rispetto delle funzioni di ogni personaggio, l’estrema collaborazione fra gli agenti in scena e lo sviluppo di una recitazione “strategica”, per portare la storia ad un’organica soluzione dei conflitti creati, sono i principali obiettivi del Progetto.

 Le lezioni sono tenute da Fabrizio Paladin. Agli allievi verranno forniti batoci e maschere di cuoio tradizionali di Antonio Fava, Carlo Setti e Fabrizio Paladin.

IL CORSO AVRÀ LUOGO AL RAGGIUNGIMENTO DI UN MINIMO DI 6 PARTECIPANTI.

Sabato 12 Dalle 11:00 alle 14:00
Domenica 13 Dalle 11:00 alle 14:00
Totale 6 Ore

Su Fabrizio Paladin  http://teatrostudiomaschera.wix.com/fabriziopaladin

TERMINI DI ISCRIZIONE E COSTO

  • Iscrizione possibile entro Domenica 6 Novembre 2016.
  • Costo dello Stage 70,00 €
  • Acconto all'iscrizione (35€) e saldo a inizio corso
  • Possibilità di ingresso uditori a 15€ a lezione 
  • Il corso avrà luogo al raggiungimento di minimo 6 partecipanti.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 


 

 

 

FABRIZIO PALADIN

FABrizio paladin

FABRIZIO PALADIN: Dal 2001 insegna tecniche di movimento, improvvisazione, Commedia dell'Arte e Teatro Comico in prestigiose scuole e università in Europa (Italia, Portogallo, Spagna, Germania, Ukraina, Lettonia) e dal 2006 insegna negli Stati Uniti (University of The Arts, UARTS Philadelphia per la quale è anche traduttore; Bates College, Bowdoin College, Brunswick Maine; Actors Movement Studio AMS, New York City. USA).

Fabrizio Paladin nasce a Treviso nel 1975. E' attore, drammaturgo, regista e cantautore. Laureato al DAMS di Bologna, autore del libro "Il Teatro e la Maschera" ed. L'Autore Libri, Firenze 2008. Vincitore del "Premio Omaggio a Giorgio Gaber 2004" di Termoli. Nel 2015 riceve la nomination come miglior attore al Fringe Festival di Roma con lo spettacolo Dr Jekyll e Mr Hyde. Ha studiato con Aldo Sassi, Claudio Morganti e con Antonio Fava con il quale ha collaborato per anni come attore (con tournée in Giappone e Hawaii) e insegnante (allo Stage Internazionale di Commedia dellʼArte e alla Scuola Internazionale dellʼAttore Comico di Reggio Emilia). E' regista e interprete di numerosi spettacoli (Dr Jekyll e Mr Hyde, Impresa Bellissima e Pericolosa, Omaggio a Giorgio Gaber, O Spettacolo Morto de fome e sono, pleno d'amor, A Commedia dell'Arte Solo Show, The Exhausting Affaires of Love, Hamlet Routine, etc..) in Italia, Austria, Germania, Slovenia, Lettonia Ucraina, Portogallo, Israele e Stati Uniti.

Su Fabrizio Paladin  http://teatrostudiomaschera.wix.com/fabriziopaladin

 

© Copyright - Teatro Kopó - ROMA: Via Vestricio Spurinna,47/49 - C.F. 97631730583 / P.IVA 11533861008 - BRINDISI: Piazza Crispi, 42  Privacy Policy - Dona il 2x1000 al Teatro Kopó

MEDIA PARTNERLogo Idea Radio